martedì, Luglio 16, 2024

La Pallavolo Battipaglia chiude al sesto posto. Le analisi del coach Guida

Articolo di Paolo De Vita pubblicato su Spunti&Appunti

Pallavolo Battipaglia – Colli Aminei Napoli 3-2 (21-25, 27-25, 19-25, 25-11, 15-13).
Colace 2 (0-1-0-1-0), Vargiu 18 (2-7-5-2-2), Pepe 14 (3-2-2-5-2), Poto G. 11 (3-1-0-4-3), Plaitano 7 (3-4-0- ne-ne), Guida (L.), Duilio (L.) Ne, Poto F., Porcelli 4 (0-0-2-1-1), Triggiano 1 (ne-1-0-0-0), Strianese Ne, Perrotta 9 (0-1-0-5-3), Riccardi 3 (ne-ne-3-0-0). All. Guida
Ace: 9 (Porcelli 1, Pepe 1, Vargiu 7).
Muri: 7 (Pepe 5, Plaitano 1, Perrotta 1)

La Pallavolo Battipaglia chiude in bellezza il campionato di serie C con una vittoria casalinga al tie break contro la già retrocessa Colli Aminei, e si attesta al sesto posto solitario della classifica con 39 punti all’attivo.
Quella contro la compagine napoletana è stata la tipica partita di fine stagione. Forse proprio il clima da “rompete le righe” ha determinato una prestazione discontinua da parte dei giocatori di coach Fabrizio Guida.
Alla fine quel che conta è, oltre al risultato favorevole, l’impiego di molti giocatori del vivaio che hanno contribuito fattivamente al successo finale.
Ne sentiremo parlare anche in futuro!

La Pallavolo Battipaglia è scesa inizialmente in campo, in occasione dell’ultima fatica stagionale, con Colace in regia, Vargiu opposto, Guida libero, Pepe centrale, Gabriele Poto e Plaitano (nella foto) di banda.
Proprio dai due schiacciatori e da Pepe è arrivato l’unico sussulto dei battipagliesi nel corso del primo set.
Ai loro punti, infatti, si deve l’unica parità dell’incontro (11-11), altrimenti condotto, seppure con esigui vantaggi, dagli ospiti, che chiudono vittoriosi per 21-25.
Nel secondo set la musica cambia: Plaitano da posto quattro e Vargiu dalla linea di fondo firmano l’avvio fulminante dei verdeblue (7-3).
Quando i napoletani tentano l’aggancio è ancora capitan Plaitano a metterli a distanza di sicurezza (9-7) ed è poi Vargiu a tenere testa agli avversari nel momento di massimo equilibrio (11-11).
Quando, con una stoccata di alta precisione, Plaitano mette a terra la palla del 15-13, il pubblico esplode in un boato! Miglior modo per onorare la maglia da titolare per il 34enne capitano verdeblue, giunto al termine della sua 22esima stagione con la Pallavolo Battipaglia, non poteva esserci!
La strada si fa in discesa per i ragazzi di Guida, che allungono ulteriormente con Pepe, Vargiu, il centrale Triggiano e Poto. Quando, con un tocco d’astuzia, Colace firma il 24-20, sembra oramai fatta, ma i battipagliesi possono festeggiare la vittoria del set solo ai vantaggi, con il punto risolutivo del giovane schiacciatore Perrotta, che mette a terra la palla del 27-25. Merito dei Colli Aminei che, in precedenza, avevano annulato ben 5 set point!
Il terzo set si rivela un monologo per la squadra ospite.
A scuotere gli evanescenti battipagliesi ci pensa il solo Vargiu, uno dei pochi giicatori in campo a non scendere mai di giri. I suoi punti servono ad erodere buona parte delle 8 lunghezze di vantaggio accumulate dai napoletani. Il successivo punto del 15-19 siglato dal neoentrato schiaccitore Riccardi illude sulle possibilità di riaprire definitivamente il set, che finisce appannaggio dei Colli Aminei Napoli per 19-25.
La risposta dei ragazzi di coach Guida non si fa attendere ed è quantomai imperiosa. Colace e l’altro giovane palleggiatore Francesco Poto, che si alternano in regia, muovono le fila della compagine gialloblue come un orologio svizzero.
Le giovani bande Gabriele Poto e Perrotta colpiscono con regolarità, Porcelli e Vargiu sono mortiferi dalla linea di fondo, Pepe mura anche le mosche!
In un batter di ciglia i battipagliesi si aggiudicano il set per 25-11 e portano la sfida al decisivo tie break.
Nel quinto set la Pallavolo Battipaglia si vede costretta inizialmente ad inseguire (0-3). Poto prima e Pepe dopo, autori di 2 punti a testa, avvicinano i verdeblue agli avversari.
L’aggancio è, invece, opera di Perrotta, autore di due punti consecutivi che fruttano il 7-7.
La palla dell’8-7, che segna il primo vantaggio dei padroni di casa, e con la quale si va al cambio di campo, è messa a terra da Vargiu. Per l’opposto battipagliese si tratta del settimo ace della serata!
I verdeblue conservono ancora il punto di vantaggio grazie a Porcelli e a Poto, ma poi subiscono il ritorno degli avversari che, da posto quattro, riescono a capovolgere momentaneamente il punteggio (11-12) e lo ribadiscono, colpendo ancora dalla stessa posizione (12-13).
Siamo al momento clou del match, che i battipagliesi risolvono a proprio favore, dopo un’azione prolungata decisa da un caparbio Perrotta che, al terzo tentativo, mette a terra la palla della parità (13-13).
I napoletani mandano out il pallone successivo e nulla possono sull’attacco fulminante da seconda linea di Vargiu, che decide set e partita (15-13).
Per l’opposto battipagliese si tratta del 18esimo punto personale, che ne fa il giocatore più prolifico della compagine battipagliese.

Chiudiamo con le dichiarazioni di fine gara di coach Fabrizio Guida:
“È stata la tipica gara di fine stagione tra due squadre senza obiettivi di classifica. Siamo contenti di aver chiuso il campionato di serie C al sesto posto, grazie soprattutto a un ruolino di marcia, nel girone di ritorno, all’insegna della regolarità di rendimento.
Segno – sottolinea Guida – della crescita della squadra sotto il profilo del gioco e dell’affiatamento tra i giocatori.
Questo finale di stagione ci soddisfa ancor di più, perché abbiamo fatto debuttare diversi giovani dell’Under 17. Contro i Colli Aminei, ad esempio, ho fatto ruotare in campo Perrotta, Riccardi, Francesco Poto e Triggiano, tutti autori di una gran bella prestazione, frutto di grande personalità.
Loro, assieme ad altri compagni dell’Under 17, saranno inseriti nell’organico che prenderà parte al prossimo campionato di serie C.
Posso annunciare fin d’ora – chiude il suo intervento Guida – che l’obiettivo per la prossima stagione sarà migliorare il sesto posto di quest’anno. Proveremo a farlo con una squadra ancora più giovane dell’attuale”.

Articolo di Paolo De Vita pubblicato su Spunti&Appunti

Articoli simili

SEGUICI

18,020FansMi piace
1,960FollowerSegui
917IscrittiIscriviti

Ultimi articoli