sabato, Agosto 13, 2022

Monte Polveracchio: ritrovati i resti di Antonio Rocco?

Si attendono i risultati medico legali per chiudere il caso.

Sarebbe il corpo dello scomparso Antonio Rocco quello ritrovato da un escursionista americano, avventuratosi sulle pendici del monte Polvericchio alla ricerca dei resti di un aereo militare Usa precipitato nella zona nel dicembre del 1943. Del 64enne di Olevano Sul Tusciano, ma residente a Battipaglia, si erano perse le tracce da venerdì 8 luglio dopo essersi recato con altri due amici a cercare funghi sulle montagne del Polveracchio. Solo una telefonata ai due compagni prima di svanire nel nulla. Più di settanta persone l’hanno cercato invano. Una task force formata dai volontari dell’accademia Kronos di Senerchia guidati da Fabrizio Lullo e Gerardo Basile, dai vigili del fuoco del nucleo Saf, i Tas, dal nucleo elicotteri e quello dell’unità cinofila, una squadra terrestre di Lioni e l’UCL, dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, dal corpo Forestale dello Stato, dalla Croce Rossa e  dai cacciatori di Senerchia. Dopo di ché la Prefettura di Avellino dispose la sospensione delle ricerche.Ieri mattina il cittadino statunitense, Joe Brehun, ha rinvenuto dei resti umani in una zona impervia delle montagne che sovrastano l’oasi del WWF di valle della Caccia a Senerchia. Ora si attende l’esito degli accertamenti medico-legali per chiudere il caso. Antonio Rocco, detto Nino.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli