giovedì, Agosto 11, 2022

Sicurezza nei luoghi di lavoro, le responsabilità del D.G. dell’Asl

Il Direttore Generale dell’Asl avvalendosi della collaborazione del Direttore Amministrativo, del Direttore Sanitario, promuove e garantisce il coordinamento, l’attuazione e il corretto funzionamento del Sistema di Gestione per la Sicurezza e per la Salute dei Lavoratori sui luoghi di lavoro (S.G.S.S.L.). Competono al Direttore Generale, tutti gli obblighi sotto elencati che, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., art. 17 comma 1, lettere a), b) in materia di sicurezza e salute dei Lavoratori, non può delegare: a. la valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei Lavoratori, compresi quelli riguardanti i gruppi di Lavoratori esposti a rischi particolari. Tali rischi sono descritti nel Documento di Valutazione dei Rischi d’Azienda composto da: – una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, previa individuazione dei pericoli esistenti; – specificazione dei criteri e metodi adottati per la valutazione stessa; – indicazione del piano delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei Dispositivi di Protezione Individuali (D.P.I.) adottati a seguito della valutazione di cui all’articolo 17, comma 1, lettera a), D.Lgs. n.81/08 e s.m.i.; – Piano/Programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza; – individuazione delle procedure per l’attuazione delle misure da realizzare, nonché dei soggetti in possesso di competenze e poteri idonei a renderle operative; – indicazione del nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza e del Medico Competente che ha partecipato alla valutazione del rischio (D.Lgs. 81/08 e s.m.i., art. 28, comma 2, lett. e); – individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i Lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento. b. la designazione del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, previa consultazione dei R.L.S. Inoltre il Direttore Generale ha il compito di nominare gli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Azienda, il Medico Competente dell’Azienda per l’effettuazione delle attività proprie, il Medico addetto alla sorveglianza dei radio-esposti (Medico Autorizzato), l’Esperto Qualificato (II° e III°), il Fisic o esperto in Risonanza Magnetica, il Tecnico per la Sicurezza Laser, gli Addetti alla Squadra di Emergenza Antincendio. Il Direttore Generale nomina, se necessario, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., art. 16, i Datori di Lavoro Delegati, verificandone i limiti e le condizioni. Il Direttore Generale fornisce i dati necessari per la valutazione di tutti i rischi aziendali, svolge la supervisione e il controllo sulle attività effettuate eventualmente dai Datori di Lavoro Delegati, e si avvale del C.S.S. per l’omogeneità delle applicazioni. Consulta i R.L.S., direttamente o tramite suo delegato, nei casi previsti dalla normativa vigente e dalla contrattazione collettiva. Rende accessibile ai R.L.S il Documento di Valutazione dei Rischi, di cui al D. Lgs. 81/08 e s.m.i., art. 28, comma 2,. Il Direttore Generale garantisce ai Datori di Lavoro Delegati (se presenti), ai Dirigenti, ai Preposti, ai Lavoratori, al R.S.P.P., al M.C., al M.A., all’E.Q., al Tecnico per la Sicurezza Laser, agli Addetti alla Squadra di Emergenza Antincendio, agli Addetti al Primo Soccorso ed ai R.L.S. l’informazione e la formazione Regolamento Aziendale: ruoli e responsabilità nel Sistema Gestione della Salute e Sicurezza del Lavoro 13 necessarie all’espletamento delle relative funzioni ed attribuzioni.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli