lunedì, Giugno 27, 2022

Sampdoria Napoli 2-4 di forza e qualità!

Finalmente il Napoli è una squadra, e non solo per spezzoni di partita ma siamo alla terza vittoria consecutiva e la differenza questa volta l’hanno fatta i cambi dalla panchina, ricca di qualità che fa invidia a tanti. Se si pensa che ad inizio match il Napoli aveva seduti accanto al mister Gattuso gente come Mertens, Koulibaly, Politano, Allan, Lozano, Llorente…tanta roba in grado aumentare le chance di vincere le partite.

Gattuso dà fiducia a nove undicesimi di quelli che avevano battuto la Juventus, eccezion fatta per Elmas e Lobotka in luogo dell’unico assenta Fabian e dell’influenzato Demme, e viene premiato. Nella prima mezz’ora gli azzurri dominano in lungo e in largo tenendo sempre il pallone e facendolo girare in maniera rapida e precisa con un Lobotka in grande spolvero e arrivano subito i due gol. Prima Milik con una incornata di testa porta in vantaggio i suoi, ed Elmas un po’ come a Sassuolo la mette dentro dopo una spizzata di testa su calcio d’angolo. A rovinare la festa ci pensa la solita magia di Fabio Quagliarella che al volo la gira nell’angolo da fuori area, un gol dei suoi… magnifico!

La ripresa ci dona una partita ancora più scoppiettante grazie alla maggiore pressione della Sampdoria che trova il pareggio di Gabbiadini assegnato dal Var che in precedenza aveva annullato un gol ai blucerchiati per fallo di mano dello stesso Manolo.

A questo punto Gattuso corre ai ripari e fa entrare Demme, Mertens e Politano in luogo di Lobotka, Callejon ed Elmas per provare a vincerla con un 4-2-4 molto offensivo. Il Napoli ritorna a fare sua la partita e la vince grazie alla prima rete con i partenopei di Diego Demme e alla prodezza allo scadere di Ciro Mertens, sugellando un a prestazione di squadra davvero convincente.

Sia chiaro, la strada è ancora lunga e questa squadra ha dimostrato che è in grado di complicarsi la vita da sola, ma allo stesso tempo ora sembra essersi orientata e focalizzato verso un obiettivo comune quello di ritornare una squadra vera degna delle qualità che possiedono. Sarà proprio questo aspetto a dare una mano a Gattuso nelle prossime settimane, perché riavere a pieni giri un rosa al completo può fare la differenza in ogni partita. Già dalla prossima gara potremo rivedere Koulibaly e Allan, con la serenità di chi fin ora li ha sostituiti alla grande e di chi come Demme e Lobotka hanno stupito nel ruolo di regista dove mancava un uomo di ruolo.

I partenopei pensano già al Lecce e non vedono l’ora di ritornare a giocare per continuare a vincere, il Napoli sta tornando…

Sampdoria (4-4-2): Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Ramirez (22’ s.t. Maroni), Linetty, Ekdal, Jankto (34’ s.t. Vieira); Gabbiadini, Quagliarella (29’ s.t. Bonazzoli). All. Ranieri.

Napoli (4-3-3): Meret; Hysaj, Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui; Elmas (33’ s.t. Politano), Lobotka (15’ s.t. Demme), Zielinski; Callejon (26’ s.t. Mertens), Milik, Insigne. All. Gattuso.

MARCATORI: 3′ MILIK, 16′ ELMAS, 26′ QUAGLIARELLA, 73′ GABBIADINI, 83′ DEMME, 98′ MERTENS
Arbitro: Federico La Penna della sezione di Roma 1.
Ammoniti: 43’ p.t. Jankto (S), 43’ p.t. Elmas (N), 2’.s.t. Ekdal (S), 13′ s.t. Ramirez (S), 42’ s.t. Linetty (S), 46’ s.t. Demme (N), 49’ s.t. Politano (N), 


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli