martedì, Agosto 16, 2022

Nuovo Dpcm. A scuola il 50% in presenza, bar alle 18,00 stop all’asporto

Gli impianti sciistici rimarranno chiusi fino al 15 febbraio. Lo prevede la bozza del Dpcm in vigore dal 16 gennaio nella quale si sottolinea che dal 15 di febbraio potranno aprire gli impianti “solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle province autonome e validate dal Comitato tecnico scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti”.

A partire da lunedì le scuole superiori di secondo grado “adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica in modo che almeno al 50% e fino ad un massimo del 75% della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza”.

Per i bar e le attività commerciali che vendono bevande e alcolici, come le enoteche, scatta il divieto di vendita da asporto alle 18.

In arrivo una mini-proroga dell’invio delle cartelle esattoriali. Via libera alle crociere.
Anche nelle zone rosse sarà possibile andare a casa di amici e parenti, in massimo due persone. Chi vive nei comuni con meno di 5mila abitanti, dice ancora il decreto, potrà invece spostarsi per una distanza non superiore ai 30 km dal confine, con esclusione dei capoluoghi di provincia”. Le misure indicate nel Dpcm saranno valide dal 16 gennaio al 5 marzo. Riaprono i musei, gli istituti e i luoghi di cultura nelle zone gialle. 

Sale a 32 miliardi la richiesta di scostamento che il governo si appresta a inviare alle Camere. Le risorse serviranno a finanziare il prossimo decreto Ristori.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli