giovedì, Marzo 4, 2021

Pontecagnano Faiano. Il ricordo a 29 anni dalla scomparsa dei carabinieri Arena e Pezzuto

Ieri mattina, il Comune di Pontecagnano Faiano ha ricordato i 29 anni dalla scomparsa dei Carabinieri Fortunato Arena e Claudio Pezzuto, barbaramente uccisi a Faiano il 12 febbraio 1992 durante un posto di blocco.
Con il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Salerno, l’Amministrazione Lanzara ha organizzato una cerimonia ristretta, rispettosa dei protocolli anti-contagio, ma parimenti commossa e fortemente sentita.
Le celebrazioni hanno preso il via alle ore 10:00 presso la Chiesa Parrocchiale di San Benedetto, dove si è tenuta una Santa Messa officiata dal parroco Don Marco Ventura e dal cappellano militare della Regione Carabinieri Campania Don Franco Facchini.
Ha fatto seguito la consueta deposizione delle corone ai piedi del monumento dedicato alle M.O.V.M., in Piazza Garibaldi, con cui si è chiusa la manifestazione.
Tra le presenze istituzionali, il Dottor Francesco Russo, Prefetto di Salerno; il Generale Maurizio Stefanizzi, Comandante della Legione Carabinieri Campania; il Colonnello Gianluca Trombetti, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno; il Maresciallo Fabio Laurentini, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Pontecagnano Faiano.
Da segnalare la partecipazione della Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Memoria Tania Pisani Pezzuto, con il figlio Alessio, e la Medaglia al Valor Civile alla Memoria Martino Zoccola, padre del compianto Daniele.
“Dispiace l’assenza della comunità studentesca, che ricordo essere, negli anni precedenti, la pagina più bella di questa iniziativa dedicata a due uomini di straordinario coraggio, uccisi dalla camorra, dalla delinquenza, dal malaffare. Resta, tuttavia, la grande vicinanza, anche non fisica, che questa comunità attesta da sempre ai nostri eroi, ricordandone ogni giorno il sacrificio e la lealtà testimoniati con la morte”,
 ha dichiarato il Generale Maurizio Stefanizzi, Comandante della Legione Carabinieri Campania dopo il rito religioso.
“L’impegno più alto per le istituzioni è la salvaguardia e la difesa dei valori fondanti della nostra società, fra cui quello della valorizzazione della memoria di tutte le donne e degli uomini che, come i nostri Carabinieri caduti, ci hanno lasciato esempi di umiltà e di professionalità che non possiamo non considerare come moniti di vita e come aspirazione a fare sempre il meglio in ogni contesto in cui operiamo e dimostriamo la nostra esperienza e la nostra passione”, ha asserito il Sindaco Giuseppe Lanzara.

Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Crisi profonda nel Pd. Zingaretti: non faccio il bersaglio, mi dimetto

Questo lo sfogo dalla pagina facebook del segretario nazionale del partito democratico Nicola Zingaretti. "Lo stillicidio non finisce. Mi...

Covid. Unità di Crisi Campania: ”Preoccupano le varianti. La zona rossa appare inevitabile”

L'Unità di Crisi della Campania fa il punto sull'attuale situazione legata al covid-19. A preoccupare è soprattutto la variante inglese: ''Si è...

Battipaglia. E’ l’avv. Luca Muto il neo commissario dell’Udc

Luca Muto neo commissario Udc di Battipaglia. La nomina è stata conferita dal segretario provinciale, Mario Polichetti, nell’ottica di una riorganizzazione che...

Battipaglia1929 in collegamento da Casa Sanremo con Lucio Rossomando (video)

La redazione di Battipaglia1929 si è collegata con Lucio Rossomando, editore di Radio Castelluccio 75, che ormai da anni in questo periodo...

Battipaglia. Democratici e progressisti: “domani non saremo con Visconti”

Democratici e progressisti non faranno parte della coalizione di centro sinistra alle prossime elezioni amministrative per il rinnovo della carica di primo...