martedì, Luglio 27, 2021

Cava de’ Tirreni. Al via la ricerca di comunità sulle conseguenze psicologiche della pandemia

Si è tenuta stamane, presso l’Aula Consiliare del Palazzo di Città, nel rispetto delle norme anticovid, l’incontro di start up di una ricerca di comunità, coordinata dal dr. Walter Di Munzio e richiesta dall’Amministrazione Servalli, allo scopo di definire gli esiti psicologici nella popolazione a seguito della epidemia di covid 19.

Alla riunione hanno partecipato: Adriana Iannone, direttrice della UOSM di Cava de’ Tirreni; Concetta De Rosa dell’Associazione Operatori Sanitari Cava de’ Tirreni-Vietri Sul Mare “Pasquale Lamberti”; Veronica Benincasa, psicologa; Francesco De Martino, sociologo del DSM della ASL Salerno; Katia Imparato, TRPS della UOSM di Cava de’ Tirreni; Filomena Basile, TRPS della ASL Napoli 2 nord; Massimo Lanzaro, psichiatra; Maria De Angelis, dell’Asl Salerno; Fabiola Esposito, psicoterapeuta; Giuseppina Salomone; Presidente della Fondazione CeRPs; Maria De Angelis, Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica; Giuseppe D’Aquino, Psichiatra.

La consulenza specialistica si terrà gratuitamente presso la UOSM di Cava de’ Tirreni. Il Sindaco ha partecipato all’incontro esponendo le motivazioni che lo hanno spinto a voler favorire tale lavoro e la conseguente utilizzazione che l’Ente farà dei dati del report conclusivo.

Si tratta della prima ricerca di comunità che si svolge in Italia su un territorio omogeneo  e circoscritto per studiare e quantizzare gli esiti psicologici della pandemia e che saranno utili per le successive attività che si renderanno necessario di supporto alla popolazione.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
71FollowerSegui

Ultimi articoli