sabato, Giugno 12, 2021

Battipaglia. La Polizia arresta 34enne, nascondeva hashish nell’uovo di Pasqua

Spaccia hashish nell’involucro contenente la sorpresa dell’uovo di Pasqua. Gli Agenti della Polizia di Stato l’hanno arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacente. Le manette sono scattate per DE L. G. A. trentaquattrenne di Battipaglia. Pregiudicato, dipendente di una RSA del territorio, colto in possesso di circa 200  grammi di hashish. L’uomo deteneva quattro pezzi di hashish e quattro sigarette artigianalmente preparate con lo stesso stupefacente. La perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare altro stupefacente: nella camera da letto del pusher è stata trovata ulteriore quantità di hashish, occultata in vari nascondigli dell’arredo della casa. Inoltre, parte della droga era stata confezionata e riposta in un contenitore in plastica giallo delle sorprese delle uova di cioccolato di Pasqua. Nell’appartamento sono stati trovati anche un bilancino digitale, un taglierino e un coltello per confezionare le porzioni di hashish da cedere al dettaglio. L’uomo è stato arrestato dagli Agenti del Commissariato di Battipaglia e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto la misura precautelare degli arresti domiciliari.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia – Comune. Acconto I.M.U., il versamento entro mercoledì 16 giugno (Vedi aliquote ed agevolazioni)

Acconto IMU (Imposta municipale propria),  il versamento scade mercoledì 16 giugno.  Queste le aliquote fissate dal Comune di Battipaglia:

Covid: Campania, accertati altri 199 casi positivi

Sono 199 i positivi accertati in Campania di cui 146 asintomatici: e 53 sintomatici. E' quanto fa sapere l'Unità di Crisi...

Salerno. Estorsioni e minacce ad un anziano: eseguite due ordinanze di misure cautelari

Questa mattina Gli Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra Mobile di Salerno, hanno eseguito l’Ordinanza applicativa di misura cautelare...

Camilla Canepa soffriva di una malattia autoimmune

Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca, secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva...