sabato, Giugno 12, 2021

Reddito di Emergenza: boom di richieste. Ecco come ottenerlo

Due giorni dopo dall’apertura da parte dell’Inps della procedura per l’accesso al Rem, sono 160mila domande per i tre mesi di proroga.

In due giorni l’Inps ha ricevuto oltre 160mila domande per accedere al Reddito di emergenza. Patronati e sito dell’Istituto presi d’assalto. L’erogazione della prima mensilità del beneficio è prevista per metà maggio, e il termine ultimo per richiederlo è il 30 aprile 2021.

A chi spetta

L’Inps ha chiarito che il decreto Sostegni ha previsto il riconoscimento di tre quote di Reddito di emergenza (Rem) per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021 e le nuove categorie a cui è stato esteso:

  • ai nuclei familiari in condizione di difficoltà economica e in possesso dei requisiti previsti;
  • a coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di percepire la NASpI e la DIS-COLL, e hanno un Isee in corso di

validità, ordinario o corrente, non superiore a 30mila euro. In questo caso, la misura, erogata nell’importo fisso di 400 euro mensili e sempre per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021, spetta in assenza del diritto al beneficio del punto precedente e in alternativa ad esso.

L’importo spettante

L’importo che verrà corrisposto va dai 400 agli 840 euro a seconda della composizione del nucleo familiare e delle sue caratteristiche. Il valore viene determinato moltiplicando il valore della scala di equivalenza per 400 euro. L’importo non può essere superiore a 800 euro mensili. Potrà arrivare a 840 euro solo in presenza di disabili gravi o non autosufficienti.

COME PROCEDERE PER LA DOMANDA

Le famiglie che per la prima volta richiedono il Reddito di Emergenza devono presentare la domanda dal 7 al 30 aprile 2021 tramite il modello predisposto dall’Inps, mentre non hanno necessità di farlo i nuclei che in passato hanno già ricevuto questo sostegno. La domanda può essere presentata:

  • online sul sito Inps, attraverso il servizio dedicato, autenticandosi con le proprie credenziali;
  • tramite i servizi offerti dai CAF e dai Patronati.

Qualunque sia la modalità scelta, al momento di richiedere il Rem è necessario essere in possesso della Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini Isee, ordinario o corrente. Nel caso di presenza di minorenni in famiglia, si può presentare l’Isee minorenni, mentre non è valida l’attestazione Isee riferita al nucleo ristretto.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia – Comune. Acconto I.M.U., il versamento entro mercoledì 16 giugno (Vedi aliquote ed agevolazioni)

Acconto IMU (Imposta municipale propria),  il versamento scade mercoledì 16 giugno.  Queste le aliquote fissate dal Comune di Battipaglia:

Covid: Campania, accertati altri 199 casi positivi

Sono 199 i positivi accertati in Campania di cui 146 asintomatici: e 53 sintomatici. E' quanto fa sapere l'Unità di Crisi...

Salerno. Estorsioni e minacce ad un anziano: eseguite due ordinanze di misure cautelari

Questa mattina Gli Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra Mobile di Salerno, hanno eseguito l’Ordinanza applicativa di misura cautelare...

Camilla Canepa soffriva di una malattia autoimmune

Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca, secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva...