sabato, Giugno 12, 2021

San Marzano sul Sarno. Arrestato spacciatore: la sindaca ringrazia i carabinieri e i cittadini

È accaduto ieri sera durante l’arresto dei carabinieri di uno spacciatore un episodio che traccia una linea importante nel senso civico dei cittadini di San Marzano sul Sarno. L’uomo, infatti, vistosi braccato dai militari, ha reagito con pugni e spintoni per evitare l’arresto, provocando il ferimento di alcuni carabinieri.

Ed è qui che è scattata la reazione dei residenti di via Battisti che sono scesi in strada per assistere i carabinieri feriti e sincerarsi delle loro condizioni, tanto da spingere il comandante del Reparto territoriale dei carabinieri di Nocera, il colonnello Rosario Di Gangi, ad inviare al sindaco Carmela Zuottolo un messaggio con il quale le ha chiesto di ringraziare “la cittadinanza perché i residenti della zona sono scesi in strada ad assistere i carabinieri feriti e sincerarsi delle loro condizioni”.

“Il nostro impegno per una città più sicura – ha dichiarato il sindaco Zuottolo – continua. La dimostrazione è quanto accaduto ieri sera con i carabinieri in azione nelle nostre strade per assicurare alla giustizia chi delinque. Sono felice che i cittadini hanno sostenuto e aiutato i carabinieri manifestando un grande senso civico”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia – Comune. Acconto I.M.U., il versamento entro mercoledì 16 giugno (Vedi aliquote ed agevolazioni)

Acconto IMU (Imposta municipale propria),  il versamento scade mercoledì 16 giugno.  Queste le aliquote fissate dal Comune di Battipaglia:

Covid: Campania, accertati altri 199 casi positivi

Sono 199 i positivi accertati in Campania di cui 146 asintomatici: e 53 sintomatici. E' quanto fa sapere l'Unità di Crisi...

Salerno. Estorsioni e minacce ad un anziano: eseguite due ordinanze di misure cautelari

Questa mattina Gli Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra Mobile di Salerno, hanno eseguito l’Ordinanza applicativa di misura cautelare...

Camilla Canepa soffriva di una malattia autoimmune

Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca, secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva...