lunedì, Settembre 27, 2021

Roscigno. Ordinanza del sindaco. Stop al bivacco nel borgo fantasma. Sanzioni fino a 500 euro

Quello di Roscigno Vecchia è sicuramente uno dei borghi più suggestivi ed affascinanti d’Italia. Quasi totalmente disabitato. E’ conosciuto da tutti come il borgo fantasma. Nel 1907 e nel 1908 le continue frane che interessavano e interessano ancora oggi il territorio obbligarono il Genio Civile ad emettere due ordinanze, che imponevano lo sgombero dell’abitato. A distanza di più di un secolo il sindaco Pino Palmieri è stato costretto ad emettere un’altra ordinanza, questa volta per contrastare il bivacco. Da giorni Roscigno vecchia è letteralmente presa d’assalto da turisti provenienti da ogni parte del mondo che attratti dal fascino del borgo fantasma sostano indiscriminatamente. Poco male se ci fosse stata un’area dotata di servizi indispensabili per i viaggiatori, ma purtroppo così non è. L’assenza di elettricità, acqua e servizi igienici, favorisce il comportamento poco dignitoso degli avventori che spesso usano le vie come latrine. Infastidito dai comportamenti incivili, preoccupato per le violazioni igienico sanitarie e per garantire la pubblica incolumità, il primo cittadino Pino Palmieri ha ordinato lo stop al bivacco. Fino al prossimo 31 dicembre è vietato il bivacco, il campeggio e l’accampamento, “anche mediante veicoli di ogni genere trasformati in abitazione, ancorché temporanea, nonché di tende, coperture e o costruzioni varie”. Per i trasgressori sanzioni fino a 500 euro.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
73FollowerSegui

Ultimi articoli