giovedì, Dicembre 1, 2022

Bellizzi. Il Comune paga alla Regione un debito di 40 anni fa, quando l’Ente non esisteva

Un debito preistorico, risalente al 1981, quando il Comune di Bellizzi non era ancora nato. Eppure, la Regione Campania adesso batte cassa e chiede di regolarizzare un debito di 201mila euro contratto quando Bellizzi era ancora una frazione della limitrofa Montecorvino Rovella. Il motivo? Le forniture idriche dagli acquedotti ex Casmez, una delle tante competenze trasferite in capo alla Regione.  

Lo prevede il prospetto di regolazione della morosità formalizzato dalla Direzione generale regionale per il ciclo integrato delle acque e dei rifiuti, che nei giorni scorsi è stato approvato dal sindaco Mimmo Volpe e dai suoi assessori. L’Ente di via Manin ha accettato sin da subito di pagare, onde evitare «l’attivazione d’una procedura di riscossione coattiva, con ulteriore aggravio dei costi per l’Ente, oltre al mancato beneficio dei finanziamenti a valere su fondi regionali». 

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli