venerdì, Maggio 27, 2022

Olevano sul Tusciano. “Furbette” del reddito di cittadinanza incastrate dai carabinieri: percepivano sussidio nonostante lavorassero

“Furbette” del reddito di cittadinanza incastrate dai carabinieri della stazione di Olevano sul Tusciano. Nei guai sono finite due donne, una 43enne di origini polacche, J.K.B. le sue iniziali, e una 61enne italiana residente a Salerno, C.E. le sue iniziali. L’attività posta in essere dai carabinieri di Olevano risale ai primi giorni di gennaio, quando congiuntamente ai servizi sociali si sono introdotti per delle verifiche presso un’abitazione con disabili ed anziani segnalata per attività sospette. 

Per fortuna nessuna violenza, ma le indagini hanno potuto accertare che la donna polacca di cui sopra lavorava regolarmente come badante, percependo un lauto stipendio, vitto e alloggio, unitamente al reddito di cittadinanza fornito dall’Inps che, evidentemente, non le spettava. Lavorava insieme al suo compagno, un uomo di Salerno che, in seguito ad ulteriori accertamenti, si è scoperto essere figlio di C.E., altra percettrice del reddito di cittadinanza, maggiorato perché con figlio a carico, nonostante percepisse regolare stipendio. Le due donne sono state denunciate, e l’Inps ha sospeso il beneficio dopo essere stato informato. 

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli