domenica, Giugno 16, 2024

UNISA. Terminata la Pitch Competition: sul podio tre idee di business degli studenti

Innovazione e sostenibilità: sono questi i temi su cui si sono concentrati i tre progetti premiati al termine della Pitch Competition del bando Innovation Community di SEIUNISA. Lo scorso 28 giugno, presso la Biblioteca del polo scientifico e tecnologico dell’Università degli Studi di Salerno, 28 team multidisciplinari hanno esposto le proprie idee di business ad Evangelist e imprenditori dell’ecosistema SEIUNISA, la piattaforma di cultura dell’innovazione e imprenditorialità degli studenti creata da UNISA con la collaborazione della Fondazione universitaria. 

“Gli spazi della biblioteca scientifica sono stati animati dall’energia di tanti giovani – ha dichiarato il professore Roberto Parente, Delegato alla Student Entrepreneurship e componente del CTS di SEIUNISA – 165 studenti, provenienti da diversi dipartimenti dell’Ateneo salernitano, hanno avuto l’opportunità di riunirsi in team validi per avere le giuste competenze e forza tali da rendere la propria idea di impresa qualcosa di concreto. Abbiamo coinvolto Evangelist e imprenditori per fornire ai progetti critiche costruttive. Il bilancio finale è più che positivo”.

Dopo una mattinata di confronto, in cui il mondo dell’Università si è aperto a quello del lavoro, sono stati premiati tre progetti d’impresa. Al primo posto “Vivi”, un progetto che unisce innovazione e tradizione in un dispositivo elettronico installabile sulle bottiglie di vino, tale da consentire di versare e degustare il prodotto senza dover aprire le bottiglie e di ricondizionare le stesse.

Il secondo premiato è stato “HydroGrowth3D”, l’idea imprenditoriale che punta a ridurre lo sfruttamento del suolo e lo spreco delle risorse idriche attraverso la coltivazione idroponica e lo sviluppo di sensori e acquatori tecnologici. Un prodotto totalmente stampato in 3D, personalizzabile e scalabile.

Terzo posto per “BetterGush”, una borraccia innovativa che consente di essere riempita non solo dalle classiche fonti d’acqua a getto verso il basso, ma anche dalle fontane a zampillo. Ciò consente la riduzione delle bottiglie di plastica e un upgrade delle borracce presenti in commercio. Il tutto comprensivo di un’app per geolocalizzare le fonti d’acqua presenti sul proprio territorio.

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli