domenica, Maggio 29, 2022

Battipaglia. Arrestata 35enne ricercata da 4 anni. Al fermo ha esibito documenti falsi

Esibisce documento falso per sfuggire alla cattura. Arrestata dalla Polizia.

Battipaglia. Ieri,  il personale del locale Commissariato di Polizia ha proceduto all’arresto di una cittadina albanese destinataria di un ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica di Trento, per l’espiazione di pena detentiva residua in regime di detenzione, a seguito di revoca dell’affidamento in prova, per i reati inerenti lo spaccio ed il traffico di sostanze stupefacenti. I poliziotti della Volante, impegnati, in quel centro cittadino, in mirati servizi di prevenzione, hanno proceduto nella mattinata di ieri al controllo di un’autovettura con due persone a bordo. Alla richiesta di fornire i documenti d’ identificazione, il passeggero ha esibito una carta di identità riportante le generalità di una cittadina italiana residente nel Napoletano. Gli operatori, dopo un’attenta visione del documento, hanno riscontrato difformità tali da far sorgere sospetti sulla sua autenticità ed hanno proceduto all’accompagnamento della donna presso gli uffici del Commissariato. Approfonditi gli accertamenti la donna è stata identificata per una cittadina albanese, 35enne, gravata da numerosissimi precedenti penali per vari reati tra cui la detenzione e lo spaccio di sostanza stupefacenti.  In seguito alla richiesta  di verifica al personale dell’Ufficio Stranieri del Commissariato di Battipaglia, si è accertato che sulla donna pendeva un ordine di cattura emesso dalla Procura della Repubblica di Trento, per espiazione di pena detentiva residua di anni uno in regime di detenzione, a seguito di revoca dell’affidamento in prova, per i reati di spaccio e traffico di sostanze stupefacenti.

Ulteriori accertamenti hanno consentito, infatti, di appurare che la donna nel 2008 era stata tratta in arresto nell’ambito di un’ operazione finalizzata al contrasto del traffico di stupefacenti, mentre, unitamente ad un’altra persona, trasportava a bordo di un’ autovettura 16 kg di panetti di eroina pura per un valore complessivo di 40 mila Euro. La donna era stata quindi condannata a 6 anni di reclusione e dopo un periodo di detenzione era stata affidata ai servizi sociali, rendendosi subito dopo irreperibile. Il Tribunale di Trento le aveva, pertanto, revocato, il beneficio disponendone la carcerazione. 

La donna, dunque, grazie alla carta di identità falsa, era riuscita a sfuggire alla cattura per ben 4 anni.

Dopo le formalità di rito, la 35enne è stata trasferita presso la casa circondariale di Fuorni a disposizione dell’A.G. Risponderà altresì dei reati connessi al falso documentale.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli