venerdì, Agosto 12, 2022

Bagarre nella maggioranza Francese, Baldi chiede la testa dell’assessore Provenza

E’ bagarre nella maggioranza politica della sindaca Cecilia Francese. Scontro tra Forza Italia e l’ex militante Alfonso Baldi, resosi indipendente in una accaldata dichiarazione letta nel civico consesso qualche mese fa. “I miei ” amici ” di Forza Italia – scrive su facebook – hanno fatto un atto politico IMPORTANTE. Hanno chiesto di sostituirmi quale membro della I^ commissione ( Lavori Pubblici ) con il chiaro intento di togliermi la presidenza della stessa. Pare che nella comunicazione adducano prebende politiche che “toccherebbero” al partito. Tenuto conto che: in una riunione di maggioranza di 15/20 giorni fa il capogruppo lamentava un indebolimento della formazione politica in seguito alla mia dichiarazione in cui mi rendevo indipendente dal gruppo consiliare in conseguenza al loro comportamento teso a tenermi fuori dal processo decisionale e programmatico. In quella sede dissi che se la cosa li ” disturbava ” avrei ceduto la presidenza senza opporre resistenza, – alla mia affermazione mi risposero che non avevano nessuna richiesta in tal senso
– la legge elettorale prevede che un partito che non supera il 3% dei votanti non ha diritto ad essere rappresentato in Consiglio. Senza i voti del sottoscritto – continua nel suo sfogo mediatico Alfonso Baldi – i miei ” amici ” non sarebbero seduti su quelle poltrone e qualcuno non prenderebbe un lauto stipendio perché la lista non avrebbe raggiunto il minimo di legge”. Il consigliere comunale Alfonso Baldi, non fa il nome ma si riferisce sicuramente ad un assessore ovvero si riferisce a Giuseppe Provenza. La richiesta di cui si parla ha poco a che fare ( a mio avviso ) con la politica ma con la logica della spartizione delle poltrone. Chiedo a voi: li faccio fare lasciandoli nel disprezzo più totale ? Se la logica è questa e la rappresentanza in consiglio è diminuita , sarebbe giusto che l’assessore si dimetta ?”. Pertanto, pur senza fare nome e cognome, Baldi chiede le dimissioni di Provenza e lancia accuse al vetriolo contro gli ex suoi compagni di partito, ingenerando sospetti su azioni riguardo interessi di natura sicuramente non amministrativi. Nel suo intervento su face book rimarca in modo roboante:”Un assessore che per 6 mesi fa interventi politici, firma documenti politici, fa uscite pubbliche in qualità di commissario cittadino di un partito, ha nostalgia del suo vecchio ruolo politico? Se fosse così si determinerebbe nel suo vero ruolo quindi si dovrebbe dimettere immediatamente?”.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli