domenica, Giugno 16, 2024

Pontecagnano. IOSIAMO: il Comune aderisce all’app per contrastare la violenza

Il Comune di Pontecagnano Faiano, in collaborazione con Juntos – Associazione di Promozione Sociale, SmarP Innovation e Centro Antiviolenza Anna Borsa, ha aderito al progetto pilota @IOSIAMO, – TU CHIEDI AIUTO, NOI TI ASCOLTIAMO, ovvero uno strumento immediato e facile da utilizzare destinato alla difesa dei soggetti fragili e capace di percepire le richieste di SOS in quanto direttamente collegato al Comando di Polizia Municipale.

Grazie a questa iniziativa le persone in stato di difficoltà potranno ottenere ascolto, ma anche soccorso laddove necessario, mettendosi in salvo da situazioni di pericolo.

L’iniziativa, che ha trovato la piena condivisione del Sindaco Giuseppe Lanzara e dell’Assessora all’Innovazione Tecnologica Rosa Lembo, si situa fra le azioni che, servendosi dei progressi dal punto di vista informatico e scientifico, intendono intervenire sulla riduzione ai minimi termini di episodi legati agli abusi su donne, minori, etc.

L’unico impegno a carico degli interessati resta quello di scaricare l’applicazione ed utilizzarla per entrare in contatto con gli organi chiamati a tutelare la pubblica incolumità dei cittadini.

@IOSIAMO è, inoltre, presente sui canali social: su ig come io.siamo; su fb come io.siamo App ( sezione pagine ).

“Tra i vantaggi delle moderne tecnologie, che talvolta additiamo come responsabili di tutta una serie di processi negativi e quindi dannosi per la salute fisica e mentale, vi è quello di poter stabilire un contatto immediato con le persone che si nascondono dietro i dispositivi. Chi usa l’app @IOSIAMO – dichiara Sindaco Giuseppe Lanzara – deve sapere che dall’altra parte del proprio cellulare ci sarà qualcuno disposto a sostenerlo e, raggiungerlo in caso di pericolo. Troverà, insomma, non solo gli agenti della Polizia Municipale, ma un intero mondo disposto ad aiutarlo, fatto di Assistenti Sociali, Psicologi, Operatori Specializzati nel campo delle violenze. Auspichiamo, pertanto, di dare voce a chi non ce l’ha e di contribuire, poco alla volta, passo dopo passo, a debellare un fenomeno orribile, che esprime arretratezza culturale, viltà e cinismo. Saremo sempre dalla parte dei più deboli”.

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli