martedì, Luglio 16, 2024

Battipaglia. Ordinanza sindacale contro lo spreco d’acqua, rischio fino a 500 euro di sanzione (vedi ordinanza)

Battipaglia. La prima cittadina dichiara guerra allo spreco dell’acqua con un’apposita ordinanza. Vietato riempire le piscine con l’acqua pubblica, bisognerà provare che l’acqua è giunta da una cisterna diversamente si potrà essere sanzionati fino a 500 euro.

Questi i punti salienti dell’ordinanza di divieto dell’uso dell’acqua:

  • L’irrigazione e l’innaffiatura di orti, giardini e prati, se non dalle ore 00,00 della sera fino alle 6,00 del mattino;
  • il lavaggio di cortili e piazzali;
  • il lavaggio di veicoli privati, a esclusione di quello svolto dagli autolavaggi;
  • il riempimento di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine private, anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua.

Tutti gli usi diversi da quello alimentare, domestico e igienico.

L’effettuazione delle attività di cui al divieto è consentita solo in presenza e a fronte dell’utilizzo del pozzo privato adibito all’esercizio delle stesse attività.

Il divieto vige anche per il riempimento delle piscine, che potranno essere fornite d’acqua solo attraverso l’uso di cisterne debitamente documentate.

L’ordinanza non si applica alle fontane naturalistiche e specchi d’acqua con presenza di fauna e flora ittica.

I trasgressori dell’ordinanza potranno incorrere in una sanzione amministrativa compresa tra 25 e 500 euro.

Ordinanza integrale pubblicata sull’Albo Pretorio

Articoli simili

SEGUICI

18,020FansMi piace
1,960FollowerSegui
917IscrittiIscriviti

Ultimi articoli