lunedì, Settembre 26, 2022

Da Battipaglia attacco a Calenda e Renzi. Adesso di + Europa: un errore formare il terzo polo


Si riscalda la campagna elettorale per l’appuntamento del prossimo 25 settembre, data che vedrà il rinnovo del Parlamento italiano. Dopo la rottura definitiva tra Azione e il Pd e +Europa, il battipagliese Raffaello Adesso, portavoce regionale del partito di Emma Bonino non risparmia critiche a Renzi e Calenda. “Personalmente ritengo che Renzi e Calenda abbiano commesso più di un errore optando per una posizione terzopolista. La prima riflessione è la non utilità della loro proposta politica in quanto perderanno tutti i collegi uninominali e l’elettorato moderato opterà per votare Piu’ Europa ed il PD che rappresentano a pieno l’esperienza del governo Draghi. Poi mi chiedo con la formazione di una lista unica chi prevarrà nell’ottenere candidature di alta visibilità, ho la netta sensazione di un esercito con 100 generali 50 capitani e 5 soldati. E’ del tutto evidente che chi rimarrà fuori dal loro listone per senso di responsabilità voterà una piattaforma di governo seria come quella impiantata da PD e Piu’ Europa”. A dirlo è Raffaello Adesso portavoce regionale del partito di Emma Bonino, che rincara la dose sostenendo il patto con il partito democratico di Letta.
 “Del resto, esiste un vecchio detto che dice da soli si va più veloce, ma insieme si va lontano. Noi rimonteremo in campagna elettorale non consegnando il paese nelle mani di una destra irresponsabile che con politiche economiche sballate porterebbe il paese in default e produrrebbe maggiore inflazione annullando non solo i risparmi ma anche i redditi degli italiani. Difendere il reddito è la missione primaria di chi governa, e l’Europa a trazione liberale e progressista è l’unico scudo contro lo spettro di povertà e carestia”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli