martedì, Febbraio 7, 2023

Zona gialla. Da domani coprifuoco alle 24

Altre quattro regioni lasciano la zona gialla e per la seconda settimana di giugno, parola del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, “tutta Italia si troverà in zona bianca”. Ovunque il Paese registra già dati che garantirebbero l’accesso nel fascia di rischio più bassa e – viste le canoniche tre settimane necessarie per confermare i dati positivi – si avvia alla rapida e graduale riapertura in tutti i territori. Il coprifuoco da domani slitterà a mezzanotte per le zone gialle mentre le regioni in zona bianca non avranno alcun limite di orario. I ristoratori restano in attesa della firma dell’ordinanza che eliminerà il limite sul numero di commensali nei ristoranti all’aperto in zona bianca e fissa ad un massimo di sei quello per le persone che mangiano nei locali al chiuso. L’accordo è stato raggiunto nelle scorse ore e la firma del ministro della Salute Roberto Speranza potrebbe arrivare a breve. Abruzzo, Umbria, Liguria e Veneto da domani saranno promosse in zona bianca: si aggiungono a Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, già in quest’area minima di rischio. Dal 14 giugno, invece, potrebbe toccare a Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e Provincia di Trento (che hanno da questa settimana già ottimi dati) mentre dovranno aspettare il 21 giugno Sicilia, Marche, Toscana, Provincia di Bolzano, Calabria, Basilicata e Campania. Ultima ad entrare in zona ‘bianca’, sempre secondo le stime, sarà la Valle d’Aosta presumibilmente il 28 giugno.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli